domenica 13 novembre 2016

Scheda ricordo della nascita del tuo piccolo.

Avete presente quando un'idea è in un angolino della mente da tempo e continua a ronzare incessantemente ma senza trovare la sua forma definitiva? Ecco, a me è successo proprio così per le schede ricordo della nascita, le volevo fare da tanto ma mi sono sempre trattenuta perchè è un articolo che fanno già in molte e non mi veniva in mente un modo originale e diverso per realizzarle.


 Ma come spesso accade è stata una cliente a venirmi in soccorso, chiedendomi proprio di realizzarne una per il suo piccolino, dicendomi nel dettaglio come l'aveva in mente. Beh che dire, quando mi ha esposto la sua verisione ho pensato: "Finalmente! Ecco trovato un modo di farla che mi calza a pennello!". 


Un morbido pannello in cotone da poter appendere in cameretta, con tutti i dati legati alla nascita e relativo simbolino al loro fianco. Bimbo per il nome, fiocco di neve per la stagione, orologio per l'ora, metro per la dimensione e bilancia per il peso.


Un concentrato di dolcezza per ricordare quel momento magico e pieno d'amore che in più è anche un bel complemento d'arredo per la cameretta. Quando una mamma mi chiede di realizzare qualcosa che non ho mai fatto e che quindi sarà totalmente un'incognita mi sento sempre emozionata e un po' impaurita all'idea di non riuscire a capire nel migliore dei modi la sua idea. 


Questa volta siamo rimaste tutte e due così soddisfatte che ho deciso che andava assolutamente inserito all'interno del catalogo (lo trovate nella sezione nascita) per poterlo realizzare anche per tante altre famiglie. 
Spero vi sia piaciuta la nuova idea e che vi abbia portato alla mente i bei ricordi legati alla nascita dei vostri bimbi.
Buona serata.
Sara

giovedì 10 novembre 2016

Cuscino ritratto del tuo amico peloso.

Quando ho dato il via alla produzione dei cuscini ritratto sapevo che sarebbe stato solo questione di tempo prima che qualcuno mi chiedesse una versione dedicata al suo amico peloso e onestamente non vedevo l'ora che questo accadesse. 


Sapete quanto mi piacciano gli animali, li inserisco praticamente in tutte le mie creazioni quindi per me è stato davvero bello potermi mettere alla prova con questa nuova sfida. Il cagnolino che per primo mi ha fatto da modello è un dolcissimo dispensatore di coccole color nocciola, rigorosamente con calzini e codina bianca. 


Giuro che quando l'ho finito l'ho guardato un attimo per controllare che fosse tutto ok e d'istinto l'ho abbracciato. Poi dato che è stato così bravo l'ho anche portato al parco a fare una passeggiata e per scattargli qualche foto, il tutto sotto gli occhi incurioisiti di chi riposava tranquillo sulle panchine.


Spero davvero con tutto il cuore che questo sia solo l'inizio di una lunga serie di amici a quattro zampe (ma anche due) che nasceranno in microbottega. Sono aperta a tutto: porcellini d'india, gatti, coniglietti e chi più ne ha più ne metta. 


Se poi siete più amici a voler fare l'ordine meglio ancora, così ottimizzate le spese di spedizione, trovate qui tutti i dettagli.
Passate una bella serata.
Sara

mercoledì 2 novembre 2016

Nuovi calendari dell'avvento.

Sono sicura che Babbo Natale sarebbe fiero di me per questi nuovi calendari dell'avvento, mi piacciono un sacco!
Me li avete chiesti in tante ma su ordinazione proprio non sono riuscita a farli, li ho realizzati nei ritagli di tempo e il risultato è questo tripudio di colori e morbidezza. 


Devo dire che ho dovuto ridimensionare moltissimo i miei progetti, ne volevo cucire almeno dieci e renderli disponibili tramite un UP ma ad un certo punto mi sono dovuta arrendere al fatto che ho solo due mani e ne ho realizzati solo quattro. Inoltre in molte hanno dimostrato delle rimostranze all'idea dell'UP e quindi ho deciso di venirvi incontro e renderli disponibili alla vecchia maniera, nello shop. I soggetti che ho scelto sono quattro, uno è il classico omino di pan di zenzero come quello dell'anno scorso mentre gli altri tre sono inediti: albero di Natale, slitta di Babbo Natale e casetta di pan di zenzero. 


Sono realizzati in cotone o pannolenci, con 24 taschine all'interno delle quali poter mettere piccoli dolciumi o biglietti con attività da svolgere in famiglia (idea che a me pace tantissimo!). Il modello con la slitta è decisamente originale e ingombrante, ho voluto lasciare la mia fantasia libera di galoppare  anche se questo ha voluto dire realizzare un calendario decisamente fuori dagli schemi e fuori misura. 


Quello che mi piace di più dei calendari dell'avvento in stoffa è che possono essere riutilizzati tutti gli anni senza inutili sprechi con conseguente inquinamento legato all'usa e getta, cosa volere di più?
Spero che queste nuove versioni vi piacciano e che possano accomagnare la vostra famiglia verso la notte più magica dell'anno.


Li trovate tutti e quattro nel mio negozio A Little Market, vi consiglio di leggere bene le descrizioni degli articoli per evitare di ritrovarvi a casa un articolo per il quale magari non avete abbastanza spazio.
Passate una bella serata, io nel frattempo provo a chiedere a Babbo Natale se per caso può prestarmi qualche suo folletto per darmi una mano.
Sara

domenica 30 ottobre 2016

Perchè scegliere A Little Market?

Molte di voi aspettavano questo post da un sacco di tempo, saranno due mesi che prometto di scriverlo e poi tra una cosa e l'altra non riuscivo mai a farlo. Ma oggi eccomi qui, complice il weekend con ritmi lavorativi più rilassati riesco a prendermi il tempo per scriverlo.
Come sapete ormai da diversi mesi il mio negozio online è passato su A Little Market, una di quelle scelte che avrei dovuto fare decisamente prima ma meglio tardi che mai. 


Da poco sono diventata anche una delle rappresentanti regionali per l'Emilia Romagna e per questo molte mi scrivono per chiedermi consigli, pareri e dritte su questo portale. Spero di riuscire a raccogliere in questo post tutte le informazioni che mi avete chiesto ma se dovessi dimenticare qualcosa scrivetemi pure. Approfitto dell'occasione anche per dare spazio ad alcuni dei miei negozi A Little Market preferiti, alcuni troppo poco conosciuti per i quali ci tengo a dare visibilità (perchè se lo meritano!). 


1) Meglio A Little Market oppure Etsy?

Me lo chiedete spessissimo ma in realtà non c'è una verità assoluta, dipende molto da cosa volete dal vostro negozio ma soprattutto da che target avete. Io non ho avuto esperienze dirette con Etsy però posso dirvi che se il vostro target è prevalentemente estero allora quella piattaforma è decisamente migliore. Se invece come me preferite rimanere su suolo nostrano ALM è perfetto, è molto meno dispersivo, si crea una community molto unita che offre tante possibilità di farsi conoscere.



2) A che eventi fa partecipare?

Questi sono in continua evoluzione, ogni anno ce ne sono di nuovi mentre altri sono porti sicuri dove tornare ogni volta. Io quest'anno parteciperò a Il mondo creativo e a The craft Factory proprio grazie ad ALM ma ce ne sono moltissimi altri, come Il sabato di Lambrate o il Week Hand. Certo non tutti gli eventi possono essere dietro casa ma in linea di massima le possibilità sono abbastanza da poter scegliere.


3) Perchè i creativi in mostra sono sempre gli stessi?

Questa è una delle domande che mi viene fatta più spesso e alla quale a dire la verità faccio fatica a rispondere e mi mette anche un po' in imbarazzo. Quello che posso dirvi dalla mia umilissima esperienza è che questo è in parte è vero, i nomi che girano sono sempre un po' gli stessi ma ci tengo a dire che nulla cade dal pero, le persone in questione, oltre ad essere brave, investono molto tempo ed energie nel progetto di A Little Market. Troppo spesso si pensa che tutto sia dovuto e che si debba essere notati stando chiusi nella propria cameretta senza fare nulla solo perchè si ha del talento. Purtroppo non è così, né in questo settore né in nessun altro, dobbiamo essere noi a dire al mondo: "Ehi ciao!! Ci sono anche io!". Capisco che non sia spontaneo per tutti, ho fatto fatica anche io all'inizio ma tutto sta a buttarsi, poi ci si abitua. Interagite con gli altri creativi, se potete andate a conoscerli ai vari eventi a cui partecipano, commentate i loro post in modo da presentarvi, siate attivi il più possibile, poi il resto arriverà. Quando rispondo così nel 90% dei casi mi viene detto: "Eh ma io non ho tempo". Ragazze mie (e qui esce la Sara schietta), nulla è facile e privo di sacrificio! Il tempo si trova, non è che ci voglia poi molto, per tenere vivo l'aspetto social basta anche solo connettersi un'ora al giorno e direi che ce l'abbiamo tutti, no?


4) Come faccio ad avere un bel negozio che funziona?

Ehm....altra domanda spinosa ed imbarazzante. In teoria la risposta è scontata e non dovrei aver bisogno di dirvelo, semplicemente il negozio deve essere bello! Questo vuol dire con belle foto, descrizioni accurate (io in questo devo ancora migliorare), uno shop pieno di roba e non con quattro articoli ma soprattutto lo dovete pubblicizzare. A Little Market, come tutti i siti del genere, è solo uno spazio virtuale in cui mettere in mostra i vostri prodotti e non potete pensare che vi faccia anche pubblicità. Certo, viene fatta sui vari social ma ovviamente non possono mettere in evidenza ogni singolo negozio, dobbiamo essere noi a dire al mondo che abbiamo uno shop e che all'interno è possibile comprare tante bellissime cose. Io di solito, quando carico un articolo nuovo (ma non solo), pubblico sui miei canali social o nel blog la foto dell'articolo e alla fine della descrizione metto il link diretto all'inserzione. In questo modo chi è interessato può andare a vederlo con un semplice click  e facilmente questo gesto si trasforma in una vendita. Se avete bisogno di un'aiutino nel gestire meglio il vostro negozio, A Little Market offre un sacco di aiuti, come i workshop di Craftiamo, A Little Test i consigli del team. Insomma, basta scuse!


5) Devo avere partita IVA per aprire un negozio?

Assolutamente no, è aperto a tutti, purchè i vostri prodotti siano fatti a mano.


Questi sono i quesiti che mi ponete sempre, spero di esservi stata utile ma come ho detto prima, per qualsiasi cosa sapete dove trovarmi.

Sempre a proposito dell'andare a conoscere le vostre colleghe per fare rete vi ricordo che dal 1 al 6 novembre alla Key Gallery di Milano ci sarà il Mostra chi sei, una una selezione delle migliori donne creative provenienti da varie regioni italiane, in una mostra collettiva che mira a promuovere la valenza estetica nel mondo artigianale. Al suo interno ci saranno un sacco di bellissimi workshop, trovate l'elenco qui, il primo novembre ci sarò anche io e spero davvero di conoscervi per potervi dire grazie di persona per tutto il sostegno che mi date .

Mi auguro di avervi un po' invogliato ad unirvi al nostro bellissimo gruppo, vi assicuro che da questa esperienza c'è solo da imparare, per crescere e diventare più complete, non solo da un punto di vista creativo ma anche umano. Tutto richiede un prezzo, uno sforzo ma questo non vuol dire che non ne valga la pena.

Un abbraccio!
Sara

martedì 18 ottobre 2016

Nuovo (e definitivo) cubo con sonaglio.

Ormai conoscete benissimo i miei cubi con sonaglio, negli anni ne ho fatti tanti diversi, da quelli più semplici con i soli disegni, a quelli sensoriali fino a quelli delle allacciatture. Sono nati tutti seguendo le vostre richieste e per questo li ho fatti con amore senza pentirmi di nulla ma era arrivato il momento di cambiarli per farli meglio.


 Avevano infatti degli aspetti che non mi piacevano, prima su tutto i cubi sono giochi per bambini sotto i tre anni ma se li facevo con le allacciatture non avevano più senso, diventava un gioco inadatto per tutte le fasce di età. Essendo pensato per i piccolissimi spesso e volentieri viene messo in bocca per tastarlo meglio e la presenza di inserti in pannolenci non andava bene per questo, oltre al fatto che in lavatrice si rovinava facilmente. 


Ho quindi pensato a un modo per mantenere l'articolo che vi piace tanto ma rendendolo efficiente e senza (spero) grossi difetti.
Ho quindi realizzato una verione unica che non potrà essere modificata e personalizzata (se non per eventuali agginte di nomi), fatta esclusivamente di cotone o altri materiali ma non pannolenci e che possa finalmente andare in lavatrice (testato personalmente da me). 


E' comunque un cubo sensoriale, con tante piccole cose da scoprire, nello specifico le facciate sono le seguenti:

1) coniglio di finta pelliccia
2) nuvoletta di pile
3) cuore in tela cerata
4) facciata in pizzo ruvido
5) nastri intrecciati
6) fiore rumoroso.

Rimane invariata la presenza all'interno del sonaglio che rende tutto più stimolante e allegro.


Credo proprio di essere arrivata alla versione definitiva, ringrazio tutte le mamme che negli anni mi hanno aiutato ad arrivare a questo punto, senza di voi non ci sarei mai riuscita.
Nello shop ne trovate ancora qualcuno disponibile ma come sempre è possibile ordinarli per scegliere personalmente le stoffe, ovviamente fino ad esaurimento posti.
Un abbraccio e buona serata.
Sara

lunedì 10 ottobre 2016

Cuscinetti tattili

Rieccomi qui a mostrarvi una novità del catalogo.
Alcune di voi li hanno già visti (e acquistati) nello shop, per tutte le altre vi presento i cuscinetti tattili! L'idea nasce ancora una volta del libro di cui vi parlavo in questo post, mi ha subito conquistato per la sua semplicità e utilità.


Questi cuscinetti sono pensati per il primo approccio al mondo sensoriale, realizzati con diversi tipi di tessuto permettono al bambino di allenare in modo sicuro il senso del tatto, percependo con le mani e la bocca le differenze tra i materiali, che nello specifico sono:

- Peluche

- Pile
- Pizzo
- Tela cerata
- Cotone
- Tessuto da tappezzeria.



Sono tutti imbottiti per essere tranquillamente stropicciati senza pericoli nelle mani dei più piccoli  e confezionati in una custodia in cotone con chiusura in velcro, in modo tale da non averli sparsi per casa ma ben ordinati una volta smesso di giocare.
Visto che i primi sono già stati acquistati senza neanche bisogno di un post di presentazione credo proprio di aver scelto bene e di sicuro rimaranno a lungo nella mia proposta di giochi.


Spero col tempo di imparare ogni giorno di più per potervi offrire qualcosa di sempre migliore, ricercato e soprattutto utile, ogni suggerimento per nuovi prodotti è ben accetto.
A presto.
Sara

giovedì 6 ottobre 2016

Attività montessoriana delle infilature.

Da quando mia sorella mi ha regalato il libro 100 attività Montessori ho cercato di progettare qualche gioco o attività che fosse adatta ai bambini al di sotto dei tre anni di età, cosa per nulla scontata. 


Non avendo figli per me è tutto molto più complicato perchè non posso basarmi su esperienze personali ma solo su quelle degli altri e sui libri. Nonostante ciò cerco sempre di fare del mio meglio per realizzare prodotti buoni e che siano realmente utili per i vostri piccoli. Quando vidi per la prima volta l'attività delle infilature avevo dei problemi di progettazione, volevo un prodotto con dei fori piuttosto grandi e agevoli, non volevo usare nulla di appuntito e doveva essere resistente. 


Ci ho dovuto pensare un anno prima di trovare la soluzione, ossia un  buffo faccino di robusto feltro (resistente ma flessibile), con tanti occhielli metallici belli larghi e un cordoncino da far passare in questi. Ho ovviato all'utilizzo di aghi (inizialmente avevo pensato a quelli di plastica per i bambini) facendo irrigidire una delle due estremità del cordoncino, mentre nell'altra ho inserito una perla di plastica per non farlo scappare via durante il gioco. 


Per ora i pezzi disponibili nel mio shop sono solo 7, 3 con i fiori e 4 con i leoncini ma spero di riuscire presto a metterne qualcuno in più.
Nei prossimi giorni vi mostrerò altre novità, alcune sono rivisitazioni, altre sempre prese da questo libro che consiglio a tutte le mamme e non, davvero bello.
Un abbraccio.
Sara